Scintoismo, Buddismo e Sincretismo.

heianjingu_torii

Dopo la forte commistione con la religione buddista (venuta dalla Cina) allo scintoismo delle origini, nel XV secolo ci fu un primo tentativo di restaurazione della religione giapponese, nella sua accezione più pura, ad opera di Yoshida Kametomo (1435-1515), che eliminò buddismo, confucianesimo e taoismo e dichiarò che i Kami giapponesi erano «sufficienti a tutti».

Un successivo passo avanti, nel senso della rinascita dello scintoismo puro, fu operata da un gruppo di scienziati, tra cui da ricordare Hirata Atsutana (1843), che si dedicarono allo studio della filosofia e dell’archeologia giapponese e che studiarono a fondo lo scintoismo nella sua forma originaria.

Hirata, dando particolare rilievo alle divinità della famiglia imperiale e al suo diritto assoluto al potere, appoggiò la restaurazione politica del 1868. Fu allora che il nuovo governo imperiale di Tokio assunse come religione di Stato lo Scinto, proprio nella forma predicata da Hirata.

A questo periodo risale anche la formazione e il consolidamento di varie sette scintoiste, che, con contenuti più o meno diversi, caratterizzano la religione giapponese fino ai giorni nostri. Dopo la restaurazione nazionale del 1868, lo scintoismo tornò in auge e fu considerato religione nazionale.

Il mito dell’origine divina del primo imperatore, Jimmu, da cui, attraverso una serie ininterrotta, discende l’imperatore attuale, è la base dello scinto moderno.

Il fulcro del culto nazionale era rappresentato dal sommo sacerdote, mentre l’imperatore era il vero oggetto della venerazione popolare.

Nel 1945 il generale Mc Arthur, comandante in capo delle truppe americane che avevano sconfitto il Giappone, vietò il culto divino dell’imperatore; lo stesso imperatore Hirohito, in un discorso alla radio il giorno di capodanno del 1946, dichiarò di non essere di origine divina. In questi ultimi anni gli scintoisti stanno operando un rinnovamento religioso, talora persino in senso monoteistico.
Alcune piccole comunità religiose si muovono invece verso il sincretismo.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)