Eminem ft. Dido – Stan – Traduzione – Testo


Stan

(Ritornello di Dido)
Il mio tè è diventato freddo mi chiedo perchè
Mi sono alzata dal letto
La pioggia appanna la mia finestra
E io non riesco a vedere niente
Anche se vedessi fuori sarebbe tutto grigio
Ma la tua fotografia sulla parete
Mi ricorda che non è poi così male, non è poi così male

(Eminem nella parte di Stan)
Caro Slim, ti ho scritto ma tu non hai ancora chiamato
Ho lasciato il mio cellulare, il mio cerca- persone e il mio numero di casa in fondo
Ho rispedito due lettere in autunno, non devi averle ricevute
Deve esserci stato un problema all’ufficio o qualcosa del genere
A volte trascrivo gli indirizzi in maniera troppo disordinata
Ma dopo tutto, chi se ne frega, come va amico?
Come sta tua figlia?
Anche la mia ragazza è incinta, trà un po’ diventerò padre
Se avrò una bambina, indovina come la chiamerò? La chiamerò Bonnie
Ho anche letto di tuo zio Ronnie, mi dispiace
Avevo un amico che si è ucciso per colpa di qualche puttana che non lo voleva
So che probabilmente sentirai parlare di questa cose tutti i giorni,
ma io sono il tuo più grande fan
Ho persino quella cagata autoprodotta che hai fatto con Scam
Ho una stanza piena di tuoi poster e foto amico
Mi piace anche quella cagata che hai fatto per la Rawkus, quella cagata era tosta
Comunque, spero riceverai questa amico,
Rispondimi, solo per chiacchierare, tuo devotissimo, il tuo più grande fan, Stan.

(Ritornello di Dido)

(Eminem nella parte di Stan)
Caro Slim, non hai ancora chiamato o scritto, spero ne avrai l’occasione
Non sono pazzo, penso solo che sia da stronzo non rispondere ai fans
Se non volevi parlare con me dopo il tuo concerto no dovevi
Ma avresti potuto firmare un autografo per Matthew
E’ il mio fratellino amico, ha solo 6 anni
Ti aspettavamo al gelo
Da Quattro ore e tu hai detto soltanto no
E’ davvero da stronzi amico, sei proprio come il suo sfottuto idolo
Lui vuole essere come te amico, gli piaci più che a me
Non sono così pazzo comunque, solo non mi piacciono le bugie
Ricordi quando ci siamo incontrati a Denver
Hai detto che se io ti avessi scritto, tu mi avresti risposto
Vedi in un certo senso io sono come te, anch’io non ho mai incontrato mio padre
Tradiva e picchiava sempre mia madre
Mi ritrovo in quello che dici nelle tue canzoni
Così quando ho un giorno di merda, me ne frego e le metto su
Perchè non ho altro perchè quella merda mi aiuta quando sono depresso
Ho anche il tuo nome tatuato sul petto
A volte mi taglio da solo per vedere quando sanguina la ferita
E’ come adrenalina; il dolore è una tale botta per me
Vedi tutto quello che dici è vero, e io ti rispetto perché lo dici
La mia ragazza è gelosa perché parlo di te 24 ore su 24 7 giorni su 7
Ma lei non ti conosce come ti conosco io Slim, nessuno ti conosce come me
Lei non sa com’è stato crescere per persone come noi
Devi chiamarmi amico, sarò il più grande fan che avrai mai perso
Sinceramente tuo, Stan, P.S: noi due dovremmo stare insieme.

(Ritornello di Dido)

(Eminem nella parte di Stan)
Caro Sig. sono troppo figo per chiamare o scrivere i miei fans
Questo sarà l’ultimo pacchetto che spedirò al tuo culo
Sono passati sei mesi e ancora nessuna risposta, non me lo merito
So che hai ricevuto le mie ultime due lettere,
su quelle gli indirizzi li ho scritti perfettamente
Allora ti sto mandando questa cassetta, spero che la ascolterai
Adesso sono in macchina; vado ai 90 sulla statale
Hey Slim, ho bevuto 1/5 di gallone di vodka, mi sfideresti a guidare
Conosci la canzone di Phil Collins “In the Air of the Night”
Parla di quel tipo che poteva salvare quell’altro ragazzo che stava annegando
Ma non lo fece, e Phil vide tutto poi a un concerto lo trovò
E’ più o meno così, tu mi avresti potuto salvare
Adesso è troppo tardi, ho un migliaio di calmanti in corpo, sono stordito
E tutto quello che volevo era una pidocchiosa lettera o una telefonata
Spero saprai che ho strappato dalla parete tutte le tue foto
Ti ho amato Slim, noi due dovevamo stare insieme, pensaci
Adesso ho rovinato tutto, spero che la notte non riuscirai a dormire e lo sognerai
E quando sognerai spero che non potrai dormire e che lo urlerai
Spero che il senso di colpa ti divori e che tu non possa respirare senza di me
Vedi Slim, (urlando), chiudi il becco puttana sto cercando di parlare
Hey Slim, quella è la mia ragazza che urla nel baule
Ma non le ho tagliato la gola; l’ho soltanto legata, vedi non sono come te
Perché se lei soffoca soffrirà di più e poi morirà
Bene, devo andare sono quasi arrivato al ponte
Oh merda, mi sono dimenticato come posso spedire questa stronzata adesso?
(l’auto precipita nel fiume)

(Ritornello di Dido)

Eminem
Caro Stan, avrei potuto scriverti prima, ma sono stato impegnato
Hai detto che la tua ragazza è incinta, quanto le manca?
Senti, sono veramente lusingato se mi chiami tua figlia così
Ed ecco un autografo per tuo fratello, l’ho fatto sul berretto Starter
Mi dispiace di non avervi incontrati nello show, non devo avervi visti
Non pensare che l’abbia fatto apposta, solo per snobbarvi
Ma cos’è questa stronzata che ti piace tagliarti le vene dei polsi
Io dico queste cagate solo per scherzo, cretino, dai quanto sei fuori?
Hai dei problemi Stan, penso che tu abbia bisogno di uno psicologo
Che ti aiuti a salvarti il culo quando ti senti un po’ giu
E cos’è questa stronzata che noi due siamo fatti per stare insiame
Questa cagate mi fanno passare la voglia di incontrarti
Penso che tu e la tua ragazza avete bisogno di stare insieme
O forse tu dovresti soltanto trattarla meglio
Spero leggerai questa lettera, spero soltanto che ti arrivi in tempo
Prima che tu faccia del male, penso che ti farebbe bene
Rilassarti un pò, sono felice di ispirarti ma Stan
Perchè sei così fuori? Cerca di capire che io ti voglio come fan
Non voglio che tu faccia qualche cazzata
Un paio di settimane fa al notiziario
ho visto questa cazzata che mi ha fatto stare male
Qualche stupido era ubriaco e guidava la sua macchina su un ponte
E aveva la sua ragazza nel bagagliaio e lei era incinta del suo bambino
E nella macchina hanno trovato un nastro ma non dicevano a chi era indirizzato
Fammi pensare, il suo nome era, eri tu…DANNAZIONE.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)